Il Piacere di morire : Capitolo 1

sinossipiacereda morire

«Che razza di gusti sessuali… da brivido.» Rilevai.
«Sadomasochismo patologico.» Sostenne la detective, come se fosse l’unica risposta logica. C’era sangue perfino sui muri. Alla vittima era stato strappato il cuore, che beffa amara, proprio adesso che aveva scoperto la poesia…

Continua a leggere

Fiori mostruosi

marchesa casati

…Il desiderio di uccidere sorge nell’uomo insieme alla necessità di nutrirsi, e si confonde con essa… questo bisogno istintivo, che è il motore di tutti gli organismi viventi, l’educazione lo accresce invece di frenarlo, le religioni lo santificano invece di maledirlo; tutto concorre a farne il perno su cui ruota la nostra splendida società…
…Un giardino dei supplizi! E Le passioni, i desideri, gli interessi, le avversioni, le menzogne, le leggi, le istituzioni sociali, l’amore, la gloria, le religioni… ne sono i fiori mostruosi: gli osceni strumenti dell’eterna sofferenza umana… »
[Octave Mirbeau.]

Continua a leggere

Non proverò per nessun altro ciò che sento per te!

budella

All’obitorio è nato il nostro amore strano. Nei profondi sotterranei senza sole. Tra lampade accecanti, tavoli operatori e sangue nero. La mia signora seziona i cadaveri alla ricerca delle cause del decesso. Nessuno è dotato della sua perspicacia nel rinvenire i meccanismi del trapasso e le tenui tracce lasciate dalla morte.

Continua a leggere

Come una bambola rotta

giovanisima sottomessa ad abuso denuncia società decadente

Le era stato insegnato fin da piccola che il mondo si divide in chi sta sotto e in chi sta sopra. Quelli che stanno sotto appartengono a quelli che stanno sopra e si può fare di loro ciò che si vuole. Era una visione semplificata dell’esistenza, quella dei neo-feudatari, con vantaggi evidenti a patto di stare dalla parte corretta della piramide.

Continua a leggere

Il fascino delle cicatrici

ragazza gotica si asciuga le labbra con le dita. il piacere di morire. Luca Della Casa

Lea Roteava il bacino in quel suo modo irresistibile, da odalisca esperta, ballerina tropicale, indiana selvaggia. Si fermava, ogni tanto, per scoparmi senza muoversi, flettendo gli addominali; se lo metteva in paradiso, mi avrebbe fagocitato per intero, se avesse potuto, avviluppato come una pianta carnivora soffice e vorace. Ci si perdeva sempre, con Lea, in orgasmi violenti che sembravano non aver mai fine..

Continua a leggere

Morte di lusso

Portrait of wealthy mid adult woman holding tablet computer in private jet. morte di lusso, Il piacere di morire. Luca Della Casa

Il Gran maestro aprì una pagina a caso e la mostrò a Leanne. «Toh guarda, anche il Mercato sud sahariano dei beni di lusso è in crescita. Stiamo parlando della zona con il più alto indice di morti di fame del pianeta, devastata da guerre, epidemie e siccità.» Indicò la fotografia di un africano vestito piuttosto bene mentre esaminava una macchina di lusso. «Però ci sono negri come questo che hanno i mezzi per comprarsi un Porche.» Calcò la pronuncia sul termine “negri” con disprezzo. Signori della guerra, trafficanti, politicanti fantocci… hanno le loro necessità e bisogna essere magnanimi con lo zio Tom; basta premiarne uno su un milione, è conveniente dopotutto.» Brown Puntò nuovamente il dito sulla foto. «Ci lasciano mettere le mani sulle loro risorse in cambio delle armi per ammazzarsi nelle guerre che noi abbiamo provocato. Ah, però li curiamo dopo averli fatti ammalare e facciamo la beneficenza dopo averli affamati. Si fanno dei bei soldi, con i medicinali palliativi e la carità pelosa.»

Continua a leggere

La suola sulla gola

stivali lucidi e neri in penombra, fotografia in bisanco e nero per il piacere di morire

«Moriresti per me, dunque, sei sicuro?» Domandò glaciale.
Riccardo non rispose. L’eccitazione aveva lasciato posto al dolore e al disagio, ignorò ad ogni modo la paura, come aveva sempre fatto; era un vero duro lui. «Perchè fai domande stupide? Tu non vorresti uccidermi.» Le rispose cupo.
Rita gli premette la suola sulla gola. «Davvero? Eppure sarebbe così facile cancellare per sempre quella tua stupida espressione di sicurezza dalla faccia.»

Continua a leggere

Svanita con le prime luci del giorno

Sentii la presenza dei miei progenitori, nonni, zii e cugini defunti; non si lasciarono avvicinare da il piacere di morire morti che non vedono, sentono o parlano

Mi ero svegliato di malumore per colpa dell’ennesimo sogno cupo, questa volta avevo incontrato mio padre, in una vecchia casa buia piena d’oggetti e masserizie; tutte cose appartenute alla famiglia, delle quali con l’andar del tempo avevo scordato l’esistenza. Sulla parete e sui vecchi mobili, c’era la collezione d’orologi e sveglie di papà con il loro ossessivo ticchettio. Sentii la presenza dei miei progenitori, nonni, zii e cugini defunti; non si lasciarono avvicinare. Ne intravidi le sembianze, per pochi attimi, prima che svanissero come ombre fugaci tra le pareti oscure. Mi avviai quindi verso l’unica luce: la candela sul tavolo che rischiarava mio padre.

Continua a leggere

Espianto: la signora mi amava a morte

donna crudele con guanti di latex tormenta la vittima. Il piacere di morire, romazo nero gotico

 

La signora sembrava aver perduto la gelida espressione indecifrabile e dal suo volto, più magro e tormentato di quanto ricordassi, traspariva il mutare d’innumerevoli stati d’animo, come nubi che correvano sospinte dal vento nel cielo in tempesta. Sorrise, si fece seria, sorrise di nuovo, ebbe una smorfia di scherno, poi disgusto; le sue labbra tremarono lievemente, accompagnate da un leggero tic all’occhio.
Continua a leggere

None_0: di hakeraggio e gemelle omoziGotiche

scrtitta reossa e nera, con effetto digitale in rilievo, per None_0  da Il piacere di morire

 

 

 

Eric era ancora vergine, ovviamente.
«Hai mai avuto a che fare con una sorca vera?»
«Oh no, no… mi piacerebbe però, eh, eh.» Guardava il soffitto, ciondolando lievemente sulla sedia, senza smettere di schiacciare i tasti.
«Parigi è piena di belle gnocche che non vedono l’ora di metterti le mani addosso, lo sai? Ma già, come fai a saperlo… tu non esci mai.»

Continua a leggere

Fetish party con il morto

assassina con guanti e blusa di latex con gocce di sangue, copertina Fetish party con il morto

Un’ispettrice dai metodi molto sbrigativi e un profiler con doti sconcertanti fanno luce sul mistero di tre omicidi consumati con estremo sadismo. Le indagini conducono a “Non Serviam”, un’organizzazione segreta coinvolta in traffici illeciti, speculazione e riciclaggio. Il nuovo lavoro di Luca Della Casa, il torbido investigatore delle perversioni del potere.

Rizzoli I Kobo I Google Play I Bookrepublic I Ultimabooks I

Continua a leggere